Nonostante il quadro normativo italiano non maturi il livello di liberalizzazione del mercato del gas prescritto dalle direttive europee 2009/72/CE, 2009/73/CE e 2008/92/CE, relative a norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica e del gas naturale, inoltre, presentando lo schema di decreto legislativo di recepimento dello scorso marzo talune forzature che rischiano di limitare la concorrenza, operatori esteri continuano a mostrare concreto interesse per il mercato italiano, soprattutto per il trading di gas e altre commodities in ambito energetico.

“Da inizio anno abbiamo ricevuto incarichi da parte di operatori provenienti da Bulgaria e Regno Unito per la costituzione di nuove società ad hoc e l’acquisizione di società esistenti per operare nei mercati energetici, in particolare in quello Elettrico, Certificati Verdi, Neri e Gas”, dice l’Avv. Nicola Maria Metta, Socio dell’omonimo studio e Responsabile del Corporate.

“Operatori più motivati ci hanno chiesto consulenza ed assistenza anche per le fasi successive, ossia l’ammissione ai mercati regolamentati istituiti e gestiti dal GME (Gestore dei Mercati Energetici), indispensabile per poter operare sulle piattaforme di negoziazione nazionale”, aggiunge l’Avv. Raffaele De Paola, Senior Associate in SLM da gennaio 2011, attivo in Corporate e negli ultimi anni in Energy e Renewable Sources.

(SLM, 18 aprile 2011)

Per maggiori informazioni su questo argomento, contatta l’Avv. Nicola Maria Metta, responsabile del Dipartimento Internazionale.

Print Friendly, PDF & Email

© 2015-2022 Studio Legale Metta | P.IVA 00838600724 Corso Vittorio Emanuele II, 57 - 70122 BARI - Italy Tel. +39.080.5211125
Fax +39.080.62031151 | PRIVACY POLICY




logo-footer

Studio legale Metta