Avvocato Rotale Federica Metta alla tavola rotonda sulla laicità nella scuola Pubblica italiana

LAvvocato Rotale Federica Metta ha partecipato, in qualità di relatrice, ad una tavola rotonda dal titolo “Quale laicità nella scuola pubblica italiana”. L’incontro, tenutosi a Putignano, ieri 6 maggio, è stato organizzato dall’Associazione Culturale Porta Maggiore in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Putignano.

In occasione della conferenza, è stata illustrata la ricerca nazionale Flc CGIL Scuola, curata dal Dott. Leonardo Palmisano, sociologo dell’Università di Bari, presente all’incontro. Si tratta di un’indagine riguardante le scelte e le esperienze di genitori non cattolici, svoltasi tra il 2005 e il 2007, su un campione di 32 persone residenti in tre regioni italiane. La ricerca è tesa a mettere in luce alcuni limiti del “sistema scuola” in relazione all’insegnamento della religione cattolica (IRC) ed, in particolare, per ciò che riguarda l’organizzazione delle attività alternative.

Dalla tavola rotonda, poi, sono emersi altri aspetti della scuola pubblica italiana con osservazioni correlate al concetto di laicità. In particolare, l’Avvocato Rotale Federica Metta ha sottolineato che: “La laicità è un ottimo veicolo per la divulgazione e l’analisi della religione cattolica, il cui studio permette di comprendere, in modo approfondito, l’evoluzione storico-culturale dell’Italia e di tutti i Paesi Europei, anch’essi fortemente influenzati dal cristianesimo nei comportamenti, nella legislazione e nelle scelte economiche”.

Inoltre, nell’ottica della laicità, “la Bibbia, affrontata anche come testo letterario, completa la maturità degli studenti e permette di comprendere molte delle problematiche contemporanee, anche rispetto alle attuali guerre di religione”, ha aggiunto l’Avv. Metta.

Non a caso, all’interno dei programmi di religione cattolica è previsto anche lo studio delle altre religioni, che permette di realizzare e sviluppare negli alunni effettive dinamiche di integrazione rispetto alle diverse culture che sempre più si incrociano nel tessuto sociale italiano. Ciò anche allo scopo di prevenire ed eliminare ogni forma intolleranza degli studenti.

L’Avvocato Metta ha, di conseguenza, illustrato il programma d’insegnamento della religione a scuola, conforme agli obiettivi dettati dal Ministero ed approvato dai dirigenti scolastici, come avviene per le altre materie. Ciò affinché non si pensi che esso venga applicato senza controlli. Certo, sulla validità di alcuni insegnanti molto si discute, ma si tratta di una questione ben diversa e, soprattutto, estendibile a tutte le discipline.

Tuttavia, il problema principale riguarda la mancanza di risorse che rende difficoltosa l’applicazione di un programma didattico di siffatto rigore. Sul punto, i relatori presenti alla tavola rotonda, erano tutti d’accordo.

(SLM, 07 maggio 2010)

Per maggiori informazioni su questo argomento, contatta l’Avv. Federica Metta,responsabile del Dipartimento di Diritto Canonico.

Informazioni correlate:

Avv. Rotale Federica Metta – Profilo

Print Friendly, PDF & Email

© 2015-2019 Studio Legale Metta | P.IVA 00838600724 Corso Vittorio Emanuele II, 57 - 70122 BARI - Italy Tel +39.080.5211125
Fax +39.080.62031151 | PRIVACY POLICY




logo-footer

Studio legale Metta