La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 42701/2010, ha stabilito che le sanzioni interdittive previste dal D.Lgs. n. 231/01 possono applicarsi anche ai reati di corruzione internazionale.

La sentenza assume particolare rilevanza, stabilendo che il mancato richiamo effettuato dall’art. 25 del decreto 231 al comma 4 – reato di corruzione internazionale – relativamente all’applicazione delle misure interdittive deve essere superato.

La sentenza n. 42701/2010 non ha come effetto immediato l’applicazione della sanzione interdittiva, bensì rivede l’interpretazione dell’art. 25 comma 4 e rimuove l’ostacolo giuridico che impediva di applicare le sanzioni interdittive, anche in via cautelare, al reato di corruzione internazionale.

(SLM, 10 dicembre 2010)

Per maggiori informazioni su questo argomento, contatta l’Avv. Cristina Cappiello.

Print Friendly, PDF & Email

© 2015-2022 Studio Legale Metta | P.IVA 00838600724 Corso Vittorio Emanuele II, 57 - 70122 BARI - Italy Tel. +39.080.5211125
Fax +39.080.62031151 | PRIVACY POLICY




logo-footer

Studio legale Metta