18 aprile 2016. Durante la giornata di studio del 28 aprile 2016, organizzata dall’AIGA e patrocinata dalla Camera Civile, presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bari, si parlerà di successioni internazionali, criteri di collegamento, quote di riserva, aspetti tributari, certificato successorio, e opposizione alla donazione.

Il tema delle successioni ereditarie internazionali suscita un interesse sempre più ampio.

Con l’accrescersi dei flussi migratori dall’Italia verso l’estero e viceversa ci sono sempre più soggetti che si stabilizzano in uno Stato diverso da quello di cittadinanza, oppure diverso da quello in cui abbiano il proprio patrimonio o parte di esso.

In un contesto in cui ogni nazione è dotata di una propria legislazione in materia di successioni, sia in ambito civile che tributario, può essere molto complesso pianificare serenamente la propria successione.

Così come sono numerosi i casi in cui i beneficiari di una successione internazionale si trovino difronte alla necessità di risolvere complicati dilemmi quali, ad esempio, individuare la legge applicabile alla successione, come rendere validi in Italia documenti formati all’estero e viceversa, determinare gli obblighi tributari e criteri per evitare situazioni di doppia imposizione fiscale.

L’Unione Europea ha inteso armonizzare la materia con l’adozione del Regolamento Europeo n. 650 del 2012, le cui disposizioni si applicano alle successioni apertesi dal 17 agosto 2015.

I relatori, Avv. Nicola Maria Metta e Notaio Alessandro Armenio, affronteranno l’argomento con un taglio pratico ed offriranno alcuni esempi di problematiche concrete ricorrenti nelle successioni internazionali.

 

© 2015-2017 Studio Legale Metta | P.IVA 00838600724 Corso Vittorio Emanuele II, 57 - 70122 BARI - Italy Tel +39.080.5211125 - Fax +39.080.5217221.

logo-footer