Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese

Data pubblicazione:

Ultimo aggiornamento:

L’Internazionalizzazione salverà le imprese italiane dagli effetti della pandemia

In questo momento difficile per il mondo intero e per il nostro Paese, afflitto dagli effetti del Coronavirus, la maggior parte del tessuto produttivo è stata costretta a fermarsi o rallentare significativamente l’attività. Dunque in questo momento è fondamentale pianificare strategie per il futuro.

In particolare, occorre che le aziende programmino la ripresa anche attraverso nuove iniziative imprenditoriali.

Gli strumenti a disposizione delle aziende per incentivare la ripresa

In aggiunta alle misure straordinarie e contingenti previste dal Governo per l’emergenza, può essere molto interessante considerare strumenti più a lungo termine messi a disposizione, ad esempio, da Sace/Simest (società di Cassa Depositi e Prestiti preposta a finanziare i progetti e gli investimenti delle imprese italiane all’estero) o da alcune Regioni italiane a sostegno dell’internazionalizzazione d’impresa. Si pensi, ad esempio, ai vouchers per la partecipazione a fiere internazionali, alle garanzie per l’ottenimento di credito finalizzato ai progetti export ed ai finanziamenti a fondo perduto.

Cos’è l’internazionalizzazione e perché è così importante

L’internazionalizzazione delle imprese è un meccanismo volto all’espansione dell’esposizione aziendale su mercati esteri per trarne benefici economici e commerciali. Il processo di internazionalizzazione si attua attraverso strumenti di natura commerciale, legale, finanziaria e fiscale.

Chiunque può intraprendere un progetto di internazionalizzazione, dalla PMI alla grande azienda, calibrando e tarando il percorso sulle proprie esigenze.

L’internazionalizzazione è un processo complesso che coinvolge diversi attori e che per questo ha bisogno di coordinamento da parte di professionisti esperti.

Le principali figure coinvolte nel progetto di internazionalizzazione sono:

  • Il Temporary Export Manager, la figura di riferimento a capo del progetto che, al fianco dell’imprenditore, è incaricata di sviluppare azioni mirate per l’export come, ad esempio, l’analisi dei mercati rispetto al prodotto/servizio, nonché la ricerca ed il contatto dei buyers/suppliers;
  • Il Global Business Lawyer, avvocato esperto di affari e globalizzazione, incaricato di predisporre il progetto sul piano giuridico dal punto di vista societario, di governance, della contrattualistica internazionale e della corporate compliance;
  • Il Fiscalista internazionale, incaricato di curare gli adempimenti fiscali e contabili per la conformità fiscale del progetto;
  • Il Marketing manager, incaricato di promuovere i beni e/o servizi dell’impresa sul nuovo mercato attraverso idonee strategie di comunicazione, distribuzione, networking, etc.

Le spese per queste figure sono finanziabili tramite meccanismi che consentono una fruizione immediata dei servizi a fronte di una spesa dilazionata nel tempo o fortemente agevolata.

Un esempio di agevolazioni: il “Titolo IV Aiuti all’internazionalizzazione” della Regione Puglia

La Regione Puglia è un esempio virtuoso di aiuti a sostegno delle imprese che desiderino espandere la loro attività oltre i confini nazionali.

Il nuovo Titolo IV consente alle imprese e unità locali della Puglia di beneficiare di un finanziamento agevolato in 5 anni e parzialmente a fondo perduto (massimo 45% dell’ammontare) per progetti di un importo minimo di € 50.000 e comunque fino alla concorrenza di € 800.000 per le singole imprese e € 4.000.000 per reti e consorzi.

Il progetto deve avere come finalità l’internazionalizzazione dell’impresa attraverso progetti di export e collaborazione con soggetti all’estero. Ad esempio, attraverso tali progetti possono prevedere accordi di joint venture e/o sfruttamento di tecnologie e brevetti, ricerche e studi di fattibilità su mercati esteri, accordi contrattuali ecc.

Inoltre l’agevolazione è prevista anche per interventi di marketing e per la partecipazione a fiere di settore internazionali in Italia e all’estero.

La misura è a “domanda a sportello” e può essere presentata tramite procedura telematica messa a disposizione sul sito della Regione Puglia.

Pertanto, si tratta di misure importanti per dare una spinta concreta al nostro tessuto produttivo e continuare a dare lustro al Made in Italy nel mondo.

Il nostro team di avvocati guidato dall’Avv. Alessandro Iacovazzi assiste  gli imprenditori attraverso l’intero processo di internazionalizzazione. Grazie all’ampia esperienza maturata in numerosi casi concreti, lo Studio è in grado di inquadrare le concrete esigenze aziendali e suggerire le strategie più adatte al caso specifico.

Contattaci ora per una consulenza.

Alessandro Iacovazzi

ASSOCIATO

Avvocato dal 2009, Alessandro matura una notevole esperienza in campo giuridico internazionale presso Studi Legali Internazionali.

PROFILO COMPLETO →

CONTATTA LO STUDIO LEGALE METTA

Rimanere aggiornato

Per aggiornamenti su questo argomento seguiteci anche su LinkedIn e Facebook.